//
reading...
Archivio Fotografico Italiano, Arte, Claudio Argentiero, Claudio Camisasca, Erminio Annunzi, fotografia, Gigliola Foschi, Giovani Talenti - Fotografia Italiana Contemporanea, Leda Mattavelli, Matteo Coltro, Matteo Sauli, Milano arte, Susanna Pozzoli, Villa Pomini, Villa Pomini Castellanza

Giovani Talenti – Fotografia Italiana Contemporanea: rassegna a Villa Pomini di Castellanza organizzata dall’’Archivio Fotografico Italiano

foto di MATTEO SAULI - clic x ingrandire

L’Archivio Fotografico Italiano, con il patrocinio dell’Assessorato alla Cultura del comune di Castellanza (Va), organizza la rassegna Giovani Talenti – Fotografia Italiana Contemporanea, presso la villa Pomini di Castellanza (clicca:MAPPA), da domenica 23 ottobre, ore 18.00, al 6 novembre 2011. L’iniziativa nasce con la finalità di valorizzare e promuovere giovani talenti, alcuni dei quali provenienti da scuole di fotografia, altri dalle letture dei portfolio, affidando a una serie di curatori la scelta degli autori da proporre e sostenere.

 

COMUNICATO STAMPA:

Di seguito le mostre, gli autori, i curatori:

****

Una finestra vista casa

di Leda Mattavelli

Progetto proposto da Erminio Annunzi

docente Istituto Italiano di Fotografia

Leda Mattavelli

Famìglia s. f. [lat. famĭlia, che (come famŭlus «servitore, domestico», da cui deriva) è voce italica, forse prestito osco, e indicò dapprima l’insieme degli schiavi e dei servi viventi sotto uno stesso tetto, e successivamente la famiglia nel sign. oggi più comune].

Sarà l’età o sarà una coincidenza ma la vita delle persone che mi circondano si è improvvisamente riempita di matrimoni, bambini, convivenze, gite in coppia all’Ikea. Suonerà strano dirlo ma tutto questo ha iniziato ad attirare la mia attenzione. Solitamente, le cose che ci incuriosiscono maggiormente sono quelle che sentiamo più lontane dalla nostra realtà, dal nostro modo di essere, dalla nostra esperienza. Invece, questa volta, ad attirare la mia attenzione era qualcosa di vicino, conosciuto forse addirittura scontato. Ho iniziato allora a chiedermi come mai iniziavano ad interessarmi tanto le dinamiche che portano alla formazione di una famiglia e quelle che vi si sviluppano e consolidano nel tempo. Probabilmente è perché ho iniziato a prestare attenzione alle differenze. Ho iniziato a pensare che forse era accaduta la stessa cosa che succede quando, ad esempio, la nostra città diventa invisibile per un misto di abitudine e vicinanza. Forse, il fatto stesso di crescere in una determinata realtà ambientale, affettiva, sociale mi aveva portato all’errore di identificare l’insieme di tali circostanze non come una delle tante possibilità ma come un dato di fatto privo di interesse. Ma come può non essere interessante un elemento presente in tutte le società umane? Arrivata a questo punto, mi sono chiesta che cosa sia la famiglia. Potrebbe definirsi come l’insieme dei legami di sangue e affettivi ma le due cose non sempre coincidono. L’etimologia della parola mi ha riservato una sorpresa: famiglia viene dal latino famĭlia che significa insieme di servitori, domestici, schiavi. L’origine del termine si trova perciò nella condivisione di una circostanza di privazione della libertà in cui tutto ciò che si possiede è la presenza fisica e affettiva dell’altro. Una sorta di appartenersi.

Questo mio progetto nasce dall’esigenza di soddisfare la mia personale curiosità, dalla voglia di indagare la sfera familiare attraverso la fotografia. Dalle immagini, senza bisogno di parole, il rapporto fra le persone si descrive da sé attraverso la presenza fisica dei componenti e la loro relazione con lo spazio. La mia macchina fotografica diventa così “Una finestra vista casa”, cioè un punto di vista da cui guardare la famĭlia ritratta nel suo ambiente: la casa. I soggetti degli scatti saranno uniti da un legame familiare di qualsiasi tipo e saranno persone della mia famiglia oppure che conosco più o meno approfonditamente o addirittura per niente. Mi domando se, confrontando le immagini, emergerà il diverso livello di confidenza fra me e i soggetti.

*******

Bagnanti

di Matteo Sauli

Progetto proposto

dall’Archivio Fotografico Italiano

Percorrere la spiaggia nel tempo più caldo, nei mesi estivi, alla ricerca di un dialogo con quella trasformazione che chiamiamo estate.

La ricerca dell’obiettivo è di dialogare con la spiaggia e il mare come se fossero un bene culturale che richiede una esperienza fisica, quasi tattile.

Il rapporto con quello che avviene vicino al mare è l’alfabeto per conoscere questa spiaggia liquida che, da Ravenna a Rimini, accoglie una sola moltitudine.

Anche nelle fotografie più affollate la pazienza e l’attenzione, come attitudine mentale e pratica fotografica, tendono alla luce invisibile che ogni sabbia, sole o sogno contiene.

Attraverso la macchina fotografica il quotidiano diventa spettacolare, la fotografia fa sembrare ciò che ci sta attorno un luogo nuovo, e ciascuno ha un proprio Luogo Nuovo.

Ogni fotografia lo impersona, lo descrive e ne diventa quel granello di civiltà che lo rende memoria, cultura e impronta. Percorrerla, per conoscerla.

Matteo Sauli nasce a Ravenna il 15 marzo 1982.

Pratica la fotografia dal 2002, fin da giovanissimo, in casa, si avvicina alla fotografia seguendo il padre Roberto, fotografo naturalista, visita esposizioni fotografiche, documentandosi sul lavoro di alcuni grandi fotografi, come: Lee Friedlander, Luigi Ghiri, Don MacCullin, Attiglio Gigli, Garry Winogrand, ecc.

Frequenta il corso di fotografia all’Accademia di Belle Arti di Ravenna.

Per alcuni anni si dedica alla “camera oscura”, sperimentando tecniche e possibilità espressive, così come per la ripresa, che si caratterizza per l’uso di vari formati fino al Polaroid.

Acquista fiducia nei propri mezzi, sia tecnici che espressivi, e inizia a proporre autonomamente le proprie opere e i propri progetti ad interlocutori qualificati.

Attività che lo porterà a realizzare esposizioni e pubblicazioni a contorno di progetti come “SS309” e “Bagnanti”; un viaggio fotografico lungo la strada Romea, tra Ravenna e Venezia, il primo, e una ricerca fotografica sul turismo estivo nella riviera adriatica, il secondo.

Inoltre, instaura una preziosa collaborazione con l’Istituto per i Beni Artistici Culturali della Regione Emilia Romagna (IBC), per i quali realizzerà progetti come “L’altra mostra”, una serie di fotografie sul dietro le quinte della grande mostra “Garofalo. Pittore della Ferrara estense” e parteciperà alla campagna fotografica “Ritornando sull’Appennino”.

Si avvale delle innovazioni introdotte dalla fotografia digitale ed usufruisce dei mezzi informatici in termini di presentazione e veicolazione delle sue opere.

Matteo Sauli nel 2006 si laurea in Giurisprudenza presentando la tesi “La disciplina pubblicitaria e la fotografia”, ribadendo che la Fotografia sarà quella “cosa” che caratterizzerà profondamente e professionalmente la sua esistenza.

Con le sue opere ha vinto diversi e prestigiosi premi a livello nazionale ed ha esposto mostre personali e collettive in diverse parti d’Italia, pubblicando cataloghi e su riviste del settore fotografico e culturale.

*******

NONLUOGHI
di Susanna Pozzoli
Progetto proposto da Gigliola Foschi
CRITICO E STORICO DELLA FOTOGRAFIA – DOCENTE ALL’ISTITUTO ITALIANO DI FOTOGRAFIA

Susanna Pozzoli

In occasione della mostra Giovani Talenti – Fotografia Italiana Contemporanea Susanna Pozzoli presenta il progetto NONLUOGHI realizzato in Milano e dintorni.
In mostra una selezione di immagini di cinque luoghi: una biblioteca, un ospedale, un aeroporto, un teatro e un hotel. Questi spazi sono visti e interpretati dalla fotografa come non-luoghi, nell’accezione di Marc Augé. L’opera vuole ricreare un itinerario immaginario di un passante/fruitore che si trovi solo in questi ambienti di passaggio. I non luoghi sono così colti in tutta la loro capacità di sprigionare solitudine, assenza. Il lavoro di pozzoli è quindi una riflessione/risonanza su architetture standardizzate, luoghi funzionali, di passaggio e di fruizione. Luoghi della non-appartenenza e spesso del consumo, vissuti nel silenzio più inaspettato, portano, tuttavia i segni del passaggio di centinaia di persone, diventando metafora di una vita transeunte, provvisoria. Si tratta di un’esperienza del nostro mondo, che rimanda, contemporaneamente, alla dimensione dell’eterno, nella consistenza dell’architettura, che sopravvive al breve passaggio terreno di og
nuno di noi. In fatti, le architetture di teatri, ospedali, aeroporti, negozi, cimiteri e biblioteche, avvolte nel silenzio e nella mancanza di vita, diventano paradossalmente cattedrali laiche, luoghi che inducono alla riflessione, alla meditazione.
Il progetto fotografico diventa in mostra un’installazione. Il visitatore è invitato a relazionarsi alle fotografie che rievocano questi cinque non-luoghi. Sei fotografie di ogni luogo sono presentate su una struttura circolare, sospesa all’altezza dello sguardo dell’osservatore. Il visitatore potrà girare intorno ad ognuno di questi cinque cerchi, esplorando così il singolo non luogo e visitando lo spazio espositivo, a sua volta un non-luogo, il sesto in mostra.
Il progetto è attualmente in corso ed è stato presentato a gennaio alla Galleria San Fedele in seguito al Premio Arti Visive San Fedele 2010 dove Pozzoli ha ricevuto la menzione speciale dai giovani curatori.

*****

In montagna: paesaggi nascosti

di Claudio Camisasca

Progetto proposto

dall’ Archivio Fotografico Italiano

“Paesaggi nascosti” recita il titolo di questa mostra. Eppure, nonostante la cosa sia enunciata fin dal principio, le immagini che scorrono davanti ai nostri occhi non riescono a non stupirci, a non contraddire la nostra semplice e immediata idea di paesaggio. Non ci sono scorci che puoi immaginare di ritrovarti davanti all’improvviso, all’aria aperta: nessuna cima mozzafiato né alcuna verde vallata rigenerante, ma piccoli e grandi particolari che per farsi apprezzare chiedono sottovoce di “fermarsi a guardare”.

Angoli di monti e di mondo che per svelarsi pretendono attenzione, passione, pazienza. Come una donna, come un amore. Immagini difficili sia da carpire che da leggere, eppure di grande impatto, racconti di una passione ancestrale e profonda, consolidatasi nel tempo e col tempo, la vivida testimonianza di un’intimità raggiunta giorno dopo giorno, uscita dopo uscita, escursione dopo escursione. E questa è forse l’essenza degli scatti che Claudio Camisasca ha scelto di riunire in questa breve, ma intensa sequenza. Una teoria di paesaggi dell’anima prima ancora che di paesaggi reali, dove non è la montagna nel suo “insieme” a essere protagonista, ma il suo essere allo stato più puro, la roccia nuda e cruda, eternamente immobile eppure mai uguale a se stessa, sempre in movimento e in divenire nel prestarsi a giocare con la luce e con lo sguardo di chi la osserva, e quindi antropomorfa se non addirittura umana nel suo innocente e inconsapevole mostrarsi.

Suggestioni, quindi, non “documenti”. Interpretazioni e riletture di un posto o di nessuno, ma certo non “trofei”, non testimonianze di quello che meramente è. E in questo senso trovano spiegazione anche il supporto quasi pittorico delle stampe e la loro elegante “manipolazione”.(Matteo Tosi)

*****

M.C. Mosso Calmo

di Matteo Coltro

Progetto proposto da

Archivio Fotografico Italiano

Matteo Coltro

Mosso Calmo è la nuova ricerca sul tema dello spazio, la fissità messa in relazione all’atto di muoversi.

Nascono così riflessioni su luoghi squisitamente mentali. A rafforzare l’impatto emotiva è la scelta di un cromatismo dominante che determina una atmosfera surreale.

L’orrizonte diventa labile tra infinto cielo ed infinito mare. L’ossimoro calmo mosso diventa la soggettiva chiave di lettura a disposizione del fruitore a seconda del proprio stato d’animo.

Matteo Coltro nasce 26 anni fa a Busto Arsizio.

Laureato in marketing, da sempre appassionato alle arti visive, entra a far parte dell’ Archivio Fotografico Italiano.

Il suo interesse si rivolge particolarmente alla fotografia di paesaggio, in una chiave contemporanea basata su una cultura della fotografia classica.

Libero da ogni vincolo tecnico-tecnologico sviluppa le sue ricerche dal digitale alla Lomo. Ha all’attivo partecipazioni a mostre collettive e personali, in collaborazione con l’Archivio Fotografico Italiano, del quale è componente attivo.

 

Informazioni sulla mostra:

Luogo: Villa Pomini – Via Don Luigi Testori, 14 – Castellanza (Va) (clicca:MAPPA)

Inaugurazione – incontro con gli autori: domenica 23 ottobre 2011 ore 18 – light buffet

Orari visita: venerdi e sabato 15-19 / domenica 10-12 / 15-19 – ingresso libero

 

Comunicazione: 


A.F.I. :  www.archiviofotografico.org

Claudio Argentiero T. 347-5902640 / e-mail: claudio.argentiero@alice.it

Annunci

Informazioni su milanoartexpo

Blogzine fondata dal centro culturale Spazio Tadini di Milano. Per info: francescotadini61@gmail.com

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

MIA Fair 2013 Milan Image Art Fair fotografia
 MIA Milan Image Art Fair 2013 Superstudio Più. Inaugurazione MIA Fair 2013: venerdì 10 maggio. Milan Image Art Fair, la più rilevante fiera di fotografia in Italia, proseguirà sabato 11 maggio e domenica 12 maggio al Superstudio Più di via Tortona 27 a Milano con 180 espositori, tra gallerie d’arte, fotografi indipendenti ed editoria specializzata in fotografia  - >LEGGI INFO.
Jean Clair - intervistato da Giancarlo Ricci Milano Arte Expo
 Jean Clair, MEDUSA: Giancarlo Ricci intervista Jean Clair per Milano Arte Expo. A partire dal suo libro Medusa (Abscondita Edizioni, Milano 2013) abbiamo posto alcune domande al suo autore, Jean Clair, rinomato critico e storico dell’arte, saggista, ex direttore del Museo Picasso di Parigi. >>LEGGI
Stanley Kubrick fotografo, Palazzo Ducale Genova mostra
STANLEY KUBRICK Fotografo PALAZZO DUCALE DI GENOVA dal 1 maggio al 25 agosto 2013. 160 fotografie di STANLEY KUBRICK. La mostra da un aspetto meno noto nella carriera del grande regista statunitense quando, nel 1945, a soli 17 anni venne assunto come fotoreporter dalla rivista americana Look. L’esposizione, ideata da GAmm Giunti, curata da Michel Draguet, presentata lo scorso anno in prima mondiale al Musées Royaux des Beaux-Arts de Belgique a Bruxelles, è coprodotta da Palazzo Ducale Fondazione per la Cultura e da Giunti Arte Mostre Musei, in collaborazione con il Museum of the City of New York - che custodisce un patrimonio ancora in parte sconosciuto di oltre 20.000 negativi di Stanley Kubrick.
Spazio Tadini - Isa Locatelli
ISA LOCATELLI Spazio Tadini, Milano Ancora pochi giorni per vedere la mostra di Isa Locatelli dal titolo LEGAMI a Spazio Tadini Arte Contemporanea di Milano. E martedì 12 marzo 2013, andrà in scena lo spettacolo L’ultima madre di e con Afra Crudo. Dalle ore 18:00 APERITIVO mortadella e champagne, ore 19:30 SPETTACOLO. >  Continua a leggere
Galleria Blu Milano
Gallerie arte contemporanea Milano: Galleria Blu IL SENSO E LE FORME Da Chadwick a Bonalumi. Inaugura lunedì 11 marzo 2013, ore 21 la mostra alla Galleria Blu con opere degli artisti Vincenzo Agnetti, Hans Arp, Agostino Bonalumi, Lynn Chadwick, Claudio Costa, Alik Cavaliere, Vincenzo Ferrari,  Lucio Fontana, Emilio Isgrò, Piero Manzoni, Jason Martin, Sandro Martini, Bruno Munari,  Arnaldo Pomodoro, Alessandro Verdi. >LEGGI
MUSEO PECCI MILANO, PER COMBINAZIONE ALTRE PROPOSTE DALLA COLLEZIONE DEL MUSEO
MUSEO PECCI MILANO (MAPPA) - PER COMBINAZIONE ALTRE PROPOSTE DALLA COLLEZIONE DEL MUSEO - Opere di MARCELO CIDADE, FRANCO IONDA, JANNIS KOUNELLIS, PHILIP LORCA DI CORCIA, JACOPO MILIANI, VIK MUNIZ. Progetto speciale: MARIA MULAS, 50 ritratti fotografici di artisti e critici. Video Room RAINER GANAHL, Bicycling Damascus (2004)
INAUGURAZIONE martedì 5 marzo 2013, ore 18. Apertura fino a sabato 6 aprile 2013 >informazioni
Van Gogh
Giancarlo Ricci per Milano Arte Expo – ....  La cosa straordinaria in questo libro è che evidenzia una constatazione su cui pochi si sono soffermati: in più di duemila opere del grande artista, il nome Vincent Van Gogh non è mai scritto. > Continua a leggere
Milano Arte Expo - Fondazione Marconi
Fondazione Marconi di Milano aderisce al progetto Documenti d’Arte del Novecento di Milano Arte Expo con una vasta mole di materiale storico che verrà messo on line. Altre gallerie e fondazioni stanno unendosi a questo cospicuo e progressivo piano di lavoro. Per  collaborare: milanoartexpo@gmail.com.
Il testo che segue è pubblicato nel fascicolo Studio Marconi Documenti n° 8 del 1982La nuova pittura tedesca >leggi
Marinetti chez Marinetti
GALLERIA RUSSO Roma, Marinetti chez Marinetti. Maurizio Calvesi è curatore di una mostra che presenta oltre 40 opere provenienti dalla collezione privata di Filippo Tommaso Marinetti: Luigi Russolo, Tullio Crali, Fortunato Depero, Ardengo Soffici, Rougena Zátková, Antonio Marasco, Gino Galli, Renato Di Bosso, Mino delle Site ... Marinetti chez Marinetti inaugura alla Galleria Russo (MAPPA) venerdì 15 febbraio 2013 e prosegue fino al 15 marzo. > LEGGI
GIULIO PAOLINI GIACOMO GUIDI - ARTE CONTEMPORANEA
GIULIO PAOLINI Giacomo Guidi Arte Contemporanea, Palazzo Sforza Cesarini -  Corso Vittorio Emanuele II, 282/284 ROMA (MAPPA) Inaugurazione 15 febbraio 2013 ore 19. Per la personale da Giacomo Guidi, Giulio Paolini ha realizzato due nuovi lavori, introdotti da undici collages. Il titolo della mostra, Sulla soglia, come pure le opere su carta si richiamano al secondo capitolo del libro pubblicato di recente dall’artista, che funge da guida per i suoi attuali progetti espositivi (G. Paolini, L’autore che credeva di esistere, Johan & Levi, Milano 2012). >LEGGI
fabbrica del vapore viafarini
Fabbrica del Vapore Milano lunedì 18 febbraio 2013, 18.30 | There must be order – nine artists from Central Europe. Viafarini DOCVA con la mostra collettiva There must be order: Matej Gavula, Anetta Mona Chisa & Lucia Tkáčová, Lucia Nimcová, Zbyněk Baladrán, Ľubomír Ďurček, Anna Witt, Eva Jiřička, Kamen Stojanov. > LEGGI
Gli anni Sessanta nelle Collezioni Guggenheim, Arca di Vercelli
Gli anni Sessanta nelle Collezioni Guggenheim – Oltre l’Informale, verso la Pop Art: grande mostra allo spazio Arca di Vercelli – Chiesa di San Marco (MAPPA), dal 9 febbraio al 12 maggio 2013. Oltre 50 capolavori dell’arte europea e americana degli anni Sessanta del Novecento, dei protagonisti indiscussi di questa straordinaria stagione, come Robert Rauschenberg, Jean Dubuffet, Cy Twombly, Frank Stella e Andy Warhol, padre della Pop Art, presente in mostra con la celebre serie Fiori (Flowers) del 1964. 13 lavori provengono dalla Collezione Hannelore B. e Rudolph B. Schulhof, recentemente acquisita dalla Collezione Peggy Guggenheim, e saranno presentati qui per la prima volta al di fuori del museo veneziano. >leggi
alfa castaldi galleria sozzani milano
ALFA CASTALDI Galleria Carla Sozzani - Corso Como 10, Milano (MAPPA). Dal 17 febbraio al 30 marzo 2013 mostra retrospettiva di fotografia dedicata ad Alfa Castaldi, uno dei più poliedrici fotografi italiani. Inaugurazione sabato 16 febbraio 2013, dalle ore 15.00 alle ore 20.00. >leggi
Flash Art Event Milano
Flash Art Event Milano 8-10 febbraio 201355 mostre d’arte contemporanea, proposte dalle più importanti gallerie d’arte italiane - selezione curatoriale di Flash Art - unite  a Palazzo del Ghiaccio di Milano (MAPPA), per un intero week end da dedicare all’arte (giovedì 7, a partire dalle ore 19 fino alle 22, una preview per galleristi, collezionisti, stampa e accreditati)  GALLERIE: Annarumma, Area\B, Artforkids, Artra, Beo Project, Boccanera, Giovanni Bonelli, Ca’di Fra’, Cannaviello, Cart, Contini, Continua, Culture Hotel, Curti/Gambuzzi, Massimo De Carlo, Edicola Notte, Paolo Erbetta, FaMa,Santo Ficara, Frittelli, In Arco, Interno 18, Invernizzi, Jerome Zodo, Studio Maffei, Manzoni, Studio Marconi ’65, Primo Marella, Melesi, Massimo Minini, Pio Monti, Museo Laboratorio, Opere Scelte, Oredaria, Otto Zoo, PACK, Giuseppe Pero, Poggiali e Forconi, Claudio Poleschi, PrimoPiano, RAM, Rizziero, Rizzutoarte, RUFA, Lia Rumma, Sperone, Christian Stein, Ermanno Tedeschi, The Promenade Gallery, Luca Tommasi, Villa Contemporanea, Visualcontainer, Workshop, z2o | Sara Zanin
Riccardo Costantini Contemporary Torino, Ray Smith
La galleria Riccardo Costantini Contemporary di Torino (MAPPA) apre la attività espositiva con la mostra di Ray Smith It’s time to change. Dal 22 febbraio al 13 aprile 2013, è proposta al pubblico la produzione recente dell’artista americano che torna in Italia dopo aver collaborato con importanti gallerie come Larry Gagosian, Bruno Bishofberger, Sperone Westwater e Akira Ikeda. Dopo la personale di Ray Smith, una collettiva di fotografia che vedrà esposti lavori di Mario Daniele, Giampiero Fanuli, Maurizio Galimberti, Piero Mollica, Patrick Van Roy; poi le personali di Ubay Murillo -giovane artista originario delle Canarie di base a Berlino- Vanni Cuoghi e del fotografo Edoardo Romagnoli.

PICASSO Palazzo Reale Milano
Picasso Milano Palazzo Reale
PICASSO a Milano: mostra a Palazzo Reale dal 20 settembre 2012 al 6 gennaio 2013. MAE Milano Arte Expo, per la mostra dedicata a Pablo Picasso – con i capolavori del Museo Nazionale Picasso di Parigi apre una rubrica curata dallo psicanalista Giancarlo Ricci  LEGGI >
AFRO - Museo Bilotti - Roma
AFRO, DAL PROGETTO ALL'OPERA, Museo Bilotti Roma
AFRO Dal progetto all’opera. 1951 - 1975 Museo Carlo Bilotti alla Aranciera di Villa Borghese (MAPPA), ROMA - 11 ottobre 2012 - 6 gennaio 2013. Con 37 opere, la mostra illustra le diverse fasi di concezione ed elaborazione dei dipinti di Afro: il passaggio dal disegno preparatorio, attraverso  progetti più complessi e articolati, fino alla versione definitiva del quadro. >LEGGI

SOTHEBY'S ASTA OPERE D'ARTE
Sotheby’s asta di arte contemporanea per il restauro del Castello dei Pico della Mirandola
Milano, asta d’arte benefica: da Sotheby’s asta di arte contemporanea per il restauro del Castello dei Pico della Mirandola, martedì 2 ottobre 2012 alle ore 18.00. Saranno posti all’incanto circa 30 lotti che importanti artisti contemporanei, italiani e stranieri, doneranno a sostegno di questa causa. a  LEGGI >

Emilio Tadini - Fondazione Marconi, Milano, fino al 31 ottobre 2012
Emilio Tadini mostra Milano Fondazione Marconi
Arturo Carlo Quintavalle: Tadini ha dipinto con gioia e ironia e questa gioia e ironia, e insieme questa profonda consapevolezza dell’artista come ideologo e creatore di organiche visioni del mondo, ne fanno la figura più rilevante dell’arte della sua generazione in Italia e una delle maggiori in Europa, una figura che è stata finora da molti citata e imitata  LEGGI >

Vermeer Il secolo d’oro dell’arte olandese
Vermeer Il secolo d’oro dell’arte olandese
27 settembre 2012 – 20 gennaio 2013 Per la prima volta a Roma una rassegna su Johannes Vermeer, massimo esponente della pittura olandese del XVII secolo. La mostra a Roma alle Scuderie del Quirinale - LINK sito della mostra - include, una selezione di opere di Johannes Vermeer - rarissime e distribuite nei musei di tutto il mondo, nessuna in Italia - e circa cinquanta opere di artisti olandesi suoi contemporanei.  Acquista i biglietti on-line

MARCELLO JORI Giacimento di passioni Padova Galleria Cavour
MARCELLO JORI Giacimento di passioni Padova Galleria Cavour
Dal 29 settembre al 28 ottobre 2012
Artista colto, multiforme e brillante, Marcello Jori torna a Padova dopo quasi trent'anni con un'esposizione che rappresenta una parte importante del suo articolato percorso artistico.
LEGGI >

Gustavo Bonora Exfabbricadellebambole Milano arteGUSTAVO BONORA su Attilio FORGIOLI

Alla Fondazione Stelline di Milano la mostra  di Forgioli fino al 13 ottobre 2012
Attilio Forgioli, MOSTRA A MILANO
- Una mozione di eccentricità - scrive Bonora - e, ad un tempo, di centralità: Attilio Forgioli, eccentrico rispetto alla dominante ed estenuata cronaca Postmoderna, ma centrale quanto all’iconicità storica, appare con un acuto di consistenza metafisica che, mentre intrattiene anche su contenuti “effimeri” (le scarpe, le bistecche, ecc.), li propone con la densità iconica che colma l’aspettativa estetica. > LEGGI >>
Maria Vittoria Capitanucci, Milano le Nuove Architetture, SKIRA
Maria Vittoria Capitanucci: Milano
Le nuove architetture
La nuova, straordinaria stagione della architettura milanese e i suoi grandi protagonisti alle soglie dell’Expo 2015. Capitanucci è docente di Storia dell’architettura
contemporanea presso il Politecnico di Milano e presso l’ISAD.. Edizioni SKIRA >>>
Studio Guastalla Arte Moderna e Contemporanea, Milano cultura
Marino Marini, Giocoliere, 1953, bronzo, h cm 45, Studio Guastalla per Museo Tattile Statale Omero Ancona, Milano arte e cultura
Studio Guastalla di Milano contribuisce
all'ampliamento della collezione del
Museo Tattile Statale Omero (Ancona).
Potrete vedere e toccare il Giocoliere di Marino Marini e altre opere da giovedì 15 giugno 2012, ore 17 presso le sale del Museo Omero alla Mole Vanvitelliana >>>

PEAU D’ARTS PARIS – MANON MORIN

Manon Morin
Peau d'Arts Paris, a cura di Manon Morin - Mur d'arts contemporains pour artistes, intervenants de l'art et toutes personnes qui aiment les arts. facebook.com/millemots
galerie talmart paris
Vernissage de JIZO, DIVINITE JAPONAISE de Jean-Marc Forax - 1er juin au 7 juillet 2012 - Une série de dessins aquarelles de Jizo, personnage japonais qu'on trouve sur les routes, divinité qui accompagne gaiment les enfants injustement punis.  Avec une vidéo de Shunsuke François Nanjo, et sonorisation de Hogo. Galerie TALMART - 22, rue du Cloître Saint-Merri, 75004 Paris - http://www.galerietalmart.com/

MILANO
FONDAZIONI
SPAZI ESPOSITIVI



Biblioteca di via Senato
Via Senato 14 | t. 0276215318
Info e programmi su www.bibliotecadiviasenato.it

Centre culturel français de Milan
Corso Magenta 63 | t. 02 4859191
Info e programmi su http://www.culturemilan.com

Hangar Bicocca - Spazio d’arte contemporanea
Via Chiese 2 (traversa di Viale Sarca) | t. 02 853531764
Info e programmi su http://www.hangarbicocca.it

Fabbrica del Vapore
Viale Procaccini 4 | t. 02 88464102
Info e programmi su http://www.fabbricadelvapore.org

Fondazione Alessandro Durini - Palazzo Durini
Via Santa Maria Valle 2 | t. 02 8053029
Info e programmi su http://www.fondazionedurini.com

Fondazione Marconi
Via Tadino 15 | t. 02 29419232
Info e programmi su
http://www.fondazionemarconi.org

Fondazione Antonio Mazzotta
Foro Buonaparte 50 | t. 02 878197
Info e programmi su
http://www.mazzotta.it

Fondazione Mudima
Via Tadino 26 | t. 02 29409633
Info e programmi su
http://www.mudima.net

Fondazione Arnaldo Pomodoro
Via Andrea Solari 35 | t. 02 89075394
Info e programmi su
fondazionearnaldopomodoro.it

Fondazione Prada
Via Fogazzaro 36 | t. 02 54670216
Info e programmi su
http://www.fondazioneprada.org

Fondazione Stelline
Corso Magenta 61 | t. 02 45462411
Info e programmi su
http://www.stelline.it

Fondazione Nicola Trussardi
t. 02 8068821
Info e programmi su
fondazionenicolatrussardi.com

Forma – Centro Internazionale di Fotografia
Piazza Tito Lucrezio Caro 1 | t. 02 581188067
Info e programmi su
http://www.formafoto.it

Galleria Gruppo Credito Valtellinese
Corso Magenta 59 | t. 02 48008015
Info e programmi su
http://www.creval.it

Museo Diocesano
Corso di Porta Ticinese 95 | t. 02 89420019
Info e programmi su
http://www.museodiocesano.it

Museo Poldi Pezzoli
Via Manzoni 12 | t. 02 796334
Info e programmi su
http://www.museopoldipezzoli.it

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia L. da Vinci
Via San Vittore 21 | t. 02 485551
Info e programmi su
http://www.museoscienza.org

Società per le Belle Arti ed Esposizione Permanente
Viale Filippo Turati 34 | tel. 02 6551455
Info e programmi su
http://www.lapermanente-milano.it

Spazio Oberdan
t. 02 77406300/6302
Viale Vittorio Veneto 2, ang. Piazza Oberdan
Info e programmi su
www.provincia.milano.it/cultura

Triennale Bovisa
Via Lambruschini 31, ang. Via Codigoro | t. 02 724341
Info e programmi su
http://www.triennalebovisa.it

Triennale di Milano
Triennale Design Museum

Viale Alemagna 6 | t. 02 724341
Info su http://www.triennale.it 
www.triennaledesignmuseum.it

Articoli Recenti

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: